Scrostare in profondità pentole e padelle

Scrostare in profondità pentole e padelle

Delle volte capita che i nostri tegami siano davvero parecchio incrostati e che possano rimanere degli avanzi bruciacchiati anche dopo il lavaggio. Ci sono alcuni metodi ecologici molto validi per far tornare le vostre pentole e padelle pulitissime e lucenti:

Soda Solvay: è un prodotto molto potente per unto e sporco aggressivo ma nello stesso tempo è ecologica e costa davvero poco. Mettete un paio di cucchiai di soda dentro al tegame e riempite con acqua bollente. Lasciate agire tutta notte e poi lavate normalmente.

Sale grosso: stesso procedimento della Soda Solvay.

Aceto e bicarbonato: Riempite il fondo della vostra pentola con la tazza d’acqua dopodiché mettetela su un fornello acceso a fiamma bassa. Aggiungete l’aceto e fate bollire poi togliete la padella dal fuoco e aggiungete il bicarbonato di sodio. A questo punto eliminate la parte liquida e strofinate con una spugnetta. Se necessario aggiungere altro bicarbonato di sodio per sfruttarne l’azione abrasiva e disincrostante.

Annunci
Riciclare vecchi maglioni

Riciclare vecchi maglioni

Se avete dei maglioni che non vi vanno più o non vi piacciono più, non buttateli, potete decidere di regalarli oppure potete riciclarli in modi diversi:

Cappottino per cagnolini: se avete un pelosetto di taglia piccola potete usare le maniche del maglione come cappottino, prendete la misura e tagliate la manica della lunghezza che deve essere dal collo a circa la fine della pancia, la parte della manica sarà la parte che andrà sul collo. Fate due buchi con la forbice per le zampine davanti ed ecco un cappottino bello caldo per i vostri piccoli amici.

Sciarpa: ritagliate le maniche e cucitele insieme a macchina. Potete arricchirla con spille o applicazioni colorate e creare delle frange alle due estremità rifinendole a mano con ago e filo.

Scalda collo: l’idea è del tutto simile a quella della sciarpa, ma questa volta avrete bisogno di meno stoffa e di un paio di bottoni con cui fermare lo scalda collo. Un accessorio che, all’occorrenza, può anche diventare un pratico copricapo semplicemente sollevando la parte posteriore.

Come stracci per la polvere: la lana va bene per la pulizia dei mobili in legno, tagliate il maglione in modo che vengano delle pezze di misura adeguata e usateli per eliminare la polvere su tutti i mobili in legno.

Se avete tanti maglioni che avete deciso di non usare più potete ricavare una morbida e calda coperta cucendoli assieme con la tecnica del patchwork. Basterà ritagliare da ogni capo la parte più larga e cucirla assieme alle altre in modo da creare disegni geometrici o sagome colorate. Ogni ‘quadrotto’ di lana deve essere unito all’altro cucendolo dal rovescio (meglio se a macchina) in modo da formare dei grandi rettangoli o quadrati.

Pulizia e manutenzione del lavello in materiale composito/fragranite

Pulizia e manutenzione del lavello in materiale composito/fragranite

Qualche tempo fa ho fatto un articolo sulla pulizia dei lavelli in acciaio, oggi invece voglio darvi qualche consiglio per tenere puliti e belli i vostri lavelli in materiale composito o fragranite.

Sento molta gente che si lamenta del fatto che si rovinano e soprattutto restano macchiati, sia che siano chiari sia che siano scuri.

Il primo consiglio è quello di evitare di usare prodotti troppo aggressivi per la pulizia, non servono super prodotti, io ad esempio sul mio in materiale composito nero, uso solo un po di detersivo per piatti mischiato ad aceto bianco che aiuta ad eliminare il calcare, in alternativa basta dello sgrassatore.

Dopo aver pulito e sgrassato il lavello ricordatevi di asciugarlo bene, in questo modo eviterete macchie di calcare.

Se il vostro lavandino è chiaro, una volta a settimana potete riempire le vasche d’acqua e mettere due bicchieri di candeggina DELICATA, evitate la candeggina normale a base di cloro che, come ripeto spessissimo, è molto inquinante e pericolosa. La candeggina delicata funziona perfettamente ma è molto meno inquinante. Lasciate agire una notte e poi il giorno dopo sciacquate bene ed asciugate.

Se il vostro lavello è scuro fate lo stesso procedimento ma al posto della candeggina usate aceto bianco.

Un trucco fenomenale per far sparire gli aloni sul fondo del lavello è quello di passare, ogni 5/6 giorni, un batuffolo di cotone con un filo di olio di oliva, ne serve davvero poco. L’olio viene assorbito dal materiale che si reidrata e gli aloni spariscono. Con questo metodo il mio lavello è tornato come nuovo 🙂 Provare per credere!

Olio fai da te idratante per la pelle del corpo

Olio fai da te idratante per la pelle del corpo

Oggi vi propongo la ricetta per creare in modo semplice un olio idratante per il corpo perfetto da applicare dopo la doccia o alla fine di una giornata al mare. Per ottenere il massimo da questo olio corpo applicatelo sulla pelle leggermente umida.

Ingredienti:
50 g di olio di cocco
40 g di olio di girasole o riso
10 g di olio di argan
1/2 cucchiaino di glicerina vegetale
qualche goccia di olio essenziale alla lavanda (opzionale)

Sciogliete a bagnomaria l’olio di cocco dopodiché fate raffreddare ed aggiungete gli altri ingredienti.
Mischiate bene il tutto e riponete in una bottiglietta di vetro scuro e conservate lontano da fonti di calore e dalla luce.
Il vostro olio fai da te è pronto per l’uso. Usatelo regolarmente e la vostra pelle sarà morbidissima e idratata.

Grandi pulizie ma Eco!

Grandi pulizie ma Eco!

Prima di iniziare le pulizie è molto importante fare ordine ed eliminare tutti gli oggetti inutili e che non vi piacciono più, quindi stanza per stanza e armadio per armadio, decidete di quali oggetti non avete più bisogno e poi regalateli, riciclateli oppure donateli in beneficenza.

Come prima cosa va eliminata la polvere da ogni superficie e per farlo basta solo un panno in microfibra umido, non dimenticate infissi, lampadari e battiscopa, dopodiché passate l’aspirapolvere. Approfittate che alzate tutto dal pavimento per fare ordine tra fili e prese elettriche utilizzando una “ciabatta multipresa” che incorpora un pulsante on/off e risparmiare, anche così, un po’ di soldini sulla bolletta elettrica.

Pulite i vetri con una miscela di acqua e aceto, in questo modo verranno sgrassati e senza aloni.

Per risparmiare e fare pulizie davvero economiche ed ecologiche, potete preparare in casa i vostri detersivi multiuso a partire da ingredienti come il bicarbonato, aceto, acido citrico e sapone naturale, tutte sostanze non tossiche che però hanno forte potere pulente.

Evitate quindi detersivi e agenti chimici troppo aggressivi. Cercate sempre di usare prodotti naturali più economici e meno tossici oppure autoproducetene. Le spese per l’acquisto dei detersivi per la pulizia della casa possono essere drasticamente ridotte sostituendo i prodotti comunemente in commercio con delle alternative naturali, sicuramente anche maggiormente rispettose dell’ambiente.