Sapone di Marsiglia: solo originale

Se mi seguite da un po’ avrete capito che il sapone di Marsiglia è un ingrediente fondamentale per le pulizie ecologiche della casa in quanto è un alleato semplice e portentoso.
Ma come fare a scegliere il vero sapone di Marsiglia?

Il vero sapone di Marsiglia deve contenere il 72% di olio di oliva. Per quanto questo sapone – frutto dell’esportazione dell’antica tradizione di Aleppo – fosse prodotto anche altrove (ad esempio in Italia, a Gallipoli), il Re Sole fu il primo ad aver avuto l’intuizione di farne un marchio, monopolizzarlo, e stabilire il quantitativo di olio di oliva necessario per determinarne la qualità e l’originalità. Gli altri due ingredienti sono acqua e soda caustica.

Quindi quando vi apprestate ad acquistarlo controllate sempre l’etichetta con gli ingredienti perché molti di quelli che vengono “spacciati” sotto questa denominazione in realtà, oltre all’olio di oliva (Sodium Olivate) e alla soda caustica (sodium hydroxide) contengono altri ingredienti: non solo di origine vegetale – come i vari oli di arachide, di palma o di cocco meno pregiati (rispettivamente sodium Peanutate, sodium palmate o Sodium Palm Kernelate e sodium cocoate), ma anche, inaspettatamente, di origine animale, come il Sodium Tallowate o sego bovino, grasso saponificato ottenuto dagli scarti di macellazione.

Quindi, ricapitolando, sull’etichetta del sapone di Marsiglia “doc” dovrebbero esserci solo questi ingredienti:

Sodium Olivate (oppure Olea Europaea Oil)
Sodium Hydroxide

Possono poi essere presenti anche altri elementi come oli essenziali o profumi, che vanno ad arricchire e personalizzare la composizione di base per modificarne il colore finale del sapone o la sua fragranza.

Annunci

One thought on “Sapone di Marsiglia: solo originale

I commenti sono chiusi.