Ottimo detersivo in crema per lavatrice

Ottimo detersivo in crema per lavatrice

Questa crema a base di sapone di Marsiglia e bicarbonato è fantastica per il bucato in lavatrice. Io la uso oramai da anni e ne sono molto soddisfatta.

Ingredienti:
600 gr di sapone di Marsiglia (2 panetti), il sapone deve essere vegetale al 100%.
5 litri acqua
60 gr. bicarbonato

Preparazione:
Tagliate il sapone a fette di 1 cm e mettetelo in una pentola da 7 litri di capacità, poi aggiungere il bicarbonato e l’acqua.

Fate bollire dolcemente a pentola scoperta fino a quando il sapone si sarà completamente sciolto, girando ogni tanto. Quando sarà sciolto e saranno rimasti solo piccolissimi pezzetti, spegnete e coprite la pentola.

Lasciate riposare una notte. Il giorno dopo il contenuto della pentola sarà solido. Rompere il sapone con un cucchiaio in plastica fino a farlo a pezzi e poi frullatelo con un frullatore ad immersione fino a farlo diventare una crema.

Riponetelo in una bottiglia di plastica per detersivi liquidi o meglio in un secchiello con coperchio come quelli grossi delle olive.

Questa crema va bene per qualsiasi bucato ma è ottima per il bianco.

Bastano 180/200 ml di crema a bucato da mettere nella pallina dosatrice o direttamente nel cestello ad ogni lavaggio.

Annunci
Fare la spesa nel modo giusto

Fare la spesa nel modo giusto

Vi do qualche suggerimento per riuscire a fare la spesa in modo intelligente risparmiando:

Innanzitutto è buona norma avere sempre una lista e seguirla alla lettera evitando di comperare cose inutili. Se andate una volta a settimana a fare la spesa potete pianificare il menù e mettere il lista ciò che vi serve.

Se potete, andate a fare la spesa a stomaco pieno, così non sarete tentati a prendere cose golose o quantità eccessive.

Ricordatevi sempre di portare i sacchetti della spesa, meglio ancora quelli in tessuto che si possono riutilizzare più volte e non inquinano.

Tenete sempre conto che i prodotti di marca e costosi vengono posizionati all’altezza dei nostri occhi, mentre quelli a marchio di fabbrica e meno cari si trovano negli scaffali più in basso o più in alto, fuori dalla nostra portata.

Una soluzione durante le offerte 3×2 sarebbe andare a far spesa con un paio di amiche (il che sarebbe anche più divertente!) e poi dividere la spesa portando a casa un prodotto ciascuno!

Fate attenzione sempre alle offerte: fate ogni giorno una spesa oculata…oggi i detersivi (dove so che costano meno) domani i surgelati (dove ci sono le promozioni) dopodomani frutta, verdura, carne e pesce dai negozianti di fiducia e via dicendo.

Nei discount potete tranquillamente fare scorte di detersivi, scatolame, pasta, surgelati e altri prodotti a lunga conservazione.

Verificare sempre il prezzo al chilo oppure al litro di un prodotto…spesso le confezioni possono ingannare!

Attenzione alle offerte promozionali: soprattutto per i freschi, non ci carichiamo il frigo di yogurt e mozzarelle solo perché sono in offerta! Saremo costretti ad esaurirli in breve tempo e verificarne sempre la scadenza.

Acquistate frutta e verdura di stagione, oltre a costare meno è decisamente più buona.

Quando il prezzo del cartellino non coincide con quello da pagare in cassa, pretendete il rimborso oppure di pagare quello indicato sul prodotto.

Un consiglio che do è quello di usare il cellulare come calcolatrice e mentre acquistate fate il calcolo di quanto state spendendo, in questo modo avete sempre sott’occhio quanto andrete a spendere alla fine e se avete acquistato qualcosa di troppo costoso a cui potete rinunciare.

Una volta al mese saltate la spesa al super e mangiate ciò che avete in casa, quindi surgelati e cibi conservati in freezer, pasta e scatolame….in questo modo risparmiate e date fondo a ciò che avete già in casa.

Candeggina a base di cloro: ecco come funziona

Candeggina a base di cloro: ecco come funziona

Candeggina o varechina è il nome più comune e utilizzato dell’ipoclorito di sodio in soluzione acquosa. A temperatura ambiente si presenta allo stato liquido. Si contraddistingue per il colore giallo e il caratteristico odore di cloro.

Nella maggior parte dei casi si entra in contatto con l’ipoclorito di sodio principalmente attraverso i prodotti per la pulizia della casa, l’acqua clorata delle piscine e l’acqua potabile.

La candeggina ha un forte potere sbiancante e ossidante ma al contrario di quanto si crede non pulisce!

Ecco perché: un detergente pulisce grazie ai tensioattivi ed altri componenti minori presenti nel prodotto. Il tensioattivo è composto da due parti: una testa ed una coda, la testa si attacca allo sporco mentre, la coda all’acqua funge da veicolo per staccare lo sporco alla superficie.

La candeggina non contiene né tensioattivi né nessuna delle componenti che permettono di asportare lo sporco, anzi l’azione detergente della candeggina è del tutto marginale ed addirittura dannosa: sulle superfici porose trattate con candeggina, lo sporco tende ad accumularsi di volta in volta con effetti igienici negativi.

Senza contare il fatto che la candeggina contiene elementi ad alta tossicità che sono irritanti al contatto, tossici per inalazione, inutilizzabile in miscela con altri liquidi perché possono provocare reazioni assolutamente pericolose, ed è una sostanza molto inquinante.

E voi direte: “ma la candeggina disinfetta!”. La candeggina libera facilmente cloro, uno dei migliori ma più pericolosi disinfettanti presenti in natura.

Però se si vuole ottenere un’azione veramente efficace nei confronti dei batteri, bisogna fare attenzione alla diluizione ed alla concentrazione di impiego, facendo attenzione anche al tempo di contatto.

Attenzione, l’ipoclorito venduto al supermercato o quello che, solitamente, viene distribuito a qualche fornitore, hanno una concentrazione di cloro che va da un valore che si attesta tra il 3 e il 5%, percentuale assolutamente insufficiente per raggiungere il risultato di disinfezione prefissato!

Se volete una alternativa valida per disinfettare potete usare l’acqua ossigenata, potentissima ma ecologica al 100%.

 

Centrotavola autunnale

Centrotavola autunnale

I colori dell’autunno sono davvero splendidi e quindi perché non sfruttarli per fare un bel centrotavola? Basta avere un po’ di fantasia e di creatività. La cosa importante è quella di utilizzare i colori tipici della stagione,  si possono usare candele, frutta secca, pigne, frutta di stagione, bacche, foglie secche e tutto ciò che vi ispira.

Un bel centrotavola semplice da realizzare può essere fatto usando un piatto grande, una candela colorata, delle fette di arancia essiccate e stecche di cannella: ponete al centro la candela e riempite il resto del piatto con l’arancia e la cannella. Stessa cosa si può fare utilizzando foglie secche e pigne o frutta secca.

Se amate mangiare molta frutta potete tenere un portafrutta con frutta di stagione: mele, melograni, arance, uva, fichi ecc. decorandola mettendo tra i frutti qualche foglia rossa e gialla.

Un altro centro tavola può essere fatto con una ciotola trasparente piena d’acqua nella quale metterete delle candeline galleggianti coi colori autunnali e qualche foglia secca.

In vendita in molti supermercati e negozi ci sono anche le zucche decorative, belle e accostate a pigne, foglie e bacche creeranno nella vostra casa un clima tipicamente autunnale.

Di idee ce ne sono davvero tante, quindi usate la fantasia e divertitevi.