Deodorante fatto in casa per lavastoviglie

Deodorante fatto in casa per lavastoviglie

Per avere la lavastoviglie sempre profumata e fresca potete creare dei piccoli deodoranti da usare ad ogni lavaggio.

Occorrente:

Vaschetta per ghiaccio
Succo di limone
Olio essenziale di cedro

Spremete due/tre limoni (filtrando bene il succo) e aggiungeteci 5/6 gocce di olio essenziale, mischiate bene il tutto e versate nella vaschetta del ghiaccio. Mettete in freezer e fate congelare.

Ad ogni lavaggio aggiungete un cubetto nel cestello delle posate. La lavastoviglie in questo modo sarà sempre perfettamente deodorata senza usare prodotti chimici che rischiano di depositarsi sulle stoviglie. Inoltre il succo del limone ha un forte potere sgrassante.

Annunci
Usare correttamente i detersivi:

Usare correttamente i detersivi:

Importante: prima di fare le pulizie e usare i detersivi fai da te o normali proteggete la pelle, indossate sempre i guanti e se ci sono odori forti aprite le finestre.

Ecco qualche consiglio utile per l’utilizzo di alcune sostanze:

Varechina: Il suo odore acuto può essere percepito anche a basse concentrazioni, con bruciore agli occhi e al naso. Molto inquinante e irritante per la pelle, può provocare gravi allergie. Non va MAI mischiata con altri prodotti e ingredienti poiché sviluppa vapori molto tossici.

Ammoniaca: velenosa, l’inalazione di basse concentrazioni di ammoniaca provoca irritazione alle vie respiratorie ed agli occhi, con possibili lesioni alle cornee. E’ un potente inquinante domestico oltre ad essere nocivo per l’ambiente.

Anticalcare e disincrostante: sono acidi forti che provocano irritazione e allergia e non importa se non biologici o meno. Usate sempre i guanti e non mischiateli con altri prodotti.

Acqua ossigenata di qualunque volume e candeggina delicata: usare i guanti e evitare le fiamme, conservare in posto fresco.

Acqua ossigenata 130 volumi: infiammabile, ustionante e instabile al calore quindi se dovete manipolarla usate dei guanti spessi, di preferenza occhiali trasparenti, evitare ogni minimo contatto con la pelle, non accedere fiamme, conservare ben chiusa in posto fresco.

Alcol rosa e bianco: elemento molto infiammabile, sgrassante quindi usare i guanti per non danneggiare la pelle. Quando lo usate aprite le finestre per non respirarne i vapori. L’alcol bianco è ancora più infiammabile quindi attenzione.

Percarbonato: irritante per la pelle, usare guanti o non toccare direttamente.

Soda Solvay: irritante per la pelle, usare i guanti.

Detersivi per piatti, pavimento, superfici e sgrassatori: sono fatti per sgrassare le superfici quindi dovete usare i guanti per evitare allergie o irritazioni anche permanenti.

Aceto, limone e acido citrico: evitare il contatto prolungato con la pelle perché possono provocare irritazioni.

Come fare il sapone in casa

Come fare il sapone in casa

Ingredienti per circa 1,5kg di sapone:

1 kg di olio di oliva
130 gr di idrossido di sodio (soda caustica)
300 gr di acqua
oli essenziali (facoltativi)
colorante (facoltativo)

Attrezzatura:

una pentola in acciaio
un termometro da cucina
un cucchiaio di legno
frullatore a immersione
un contenitore in plastica o metallo con capienza di 2 l
formine in plastica dura o silicone
guanti e mascherina

Costi:

Prezzo al Kg al supermercato: da 5 euro a 30 euro
Costo sapone fatto in casa, naturale e vegetale circa 2 euro al Kg

Procedimento:

Indossare guanti e mascherina e pesare accuratamente i quantitativi degli ingredienti.

In un luogo arieggiato, prestando la massima attenzione, versare l’idrossido di sodio nell’acqua. La reazione provocherà un innalzamento della temperatura dell’acqua fino a 90 gradi.

La reazione di saponificazione avviene a 45 gradi, quindi aspettando che la temperatura dell’acqua scenda ci prepariamo a riscaldare nella pentola in acciaio l’olio.

Controllate attentamente la temperatura del grasso e della soluzione caustica. Quando entrambe sono a 45 gradi, versate dolcemente la soluzione caustica nel grasso, mescolando bene col cucchiaio di legno.

Ora è il momento di passare al frullatore a immersione.
Questo è un punto cruciale! Mentre frullate, il sapone cambierà colore e consistenza, diventando sempre più cremoso. Ad un tratto, togliendo il frullatore e facendo colare un po’ di miscela nella pentola, vedrete che resterà in superficie per qualche secondo prima di affondare. Ecco raggiunto lo stadio del nastro.

Adesso potete aggiungere tutti gli ingredienti facoltativi che avete previsto; prendete il cucchiaio e mescolate piano mentre versate l’olio essenziale nel sapone.

Dopo aver aggiunto velocemente gli ingredienti facoltativi, versate il sapone fresco nello stampo. Isolate bene con coperte perchè stia caldo.

Lasciate il sapone coperto nello stampo per 48 ore. Dopo sformatelo e lasciatelo maturare all’aria in un ambiente asciutto e fresco. La saponificazione si completa nel giro di un paio di settimane ma la stagionatura ottimale di un sapone di olio di oliva è di 6-8 settimane.

Profumatori in gel per la casa

Profumatori in gel per la casa

E’ molto piacevole avere la casa profumata e fresca ma è meglio evitare l’uso dei deodoranti per ambienti, perché contengono sostanze tossiche che respiriamo.

Ci sono in alternativa validi modi per profumare la casa in modo semplice e creativo, ad esempio potrete scegliere gli oli essenziali naturali e preparare dei profumatori per ambienti fai-da-te utilizzando semplicemente dei barattoli di vetro, acqua e gelatina. Andrà benissimo la gelatina vegetale oppure la gelatina in fogli.

Tenete da parte dei barattoli di vetro con coperchio per poter preparare questi profumatori. Sui coperchi vanno fatti dei buchini con un trapano in modo che possa uscire il profumo.

Occorente

50 ml d’acqua
Gelatina in polvere, o in fogli
1 cucchiaino di sale
25 gocce di oli essenziali a scelta (purché siano naturali al 100%)
Barattoli di vetro resistenti al calore
Coperchi bucherellati

La quantità di gelatina in polvere o in fogli da utilizzare può variare in base alla quantità di acqua impiegata nella ricetta e alle istruzioni riportate sulle confezioni delle gelatine.

Versate l’acqua in un pentolino e riscaldatela. Aggiungete il sale e mescolate per scioglierlo. A questo punto aggiungete la gelatina seguendo le istruzioni riportate sulle confezioni e mescolate bene in continuazione mantenendo il pentolino sul fuoco per circa 2 minuti o comunque fino a quando la gelatina si sarà ben sciolta e distribuita.

Versate il tutto nei barattoli di vetro prescelti aggiungendo al composto prima che si raffreddi e si rapprenda gli oli essenziali che preferite per profumare. Lasciate raffreddare completamente e chiudete i barattoli con i coperchi bucherellati.

Questi profumatori naturali durano per 2 o 3 mesi al massimo, poi il profumo si affievolisce e la gelatina si rovina e può ammuffire. Di tanto in tanto potrete rimuovere la vecchia gelatina e preparare dei nuovi profumatori riutilizzando gli stessi barattoli.

Se volete dare un tocco personalizzato alla gelatina potete usare i coloranti per alimenti, da aggiungere alla gelatina prima di versarla nei barattoli.