Prodotti ecologici che possono sostituire la candeggina

Prodotti ecologici che possono sostituire la candeggina

E’ più semplice di quanto si possa credere trovare delle alternative naturali alla candeggina, un prodotto estremamente tossico di cui spesso di fa un uso sconsiderato.

Si tratta di una soluzione di ipoclorito di sodio diluito in acqua in percentuali variabili (dal 1,5% al 25%) molto corrosiva e non priva di possibili pericoli. In ambienti chiusi in particolar modo può sprigionare gas velenosi, a cui sono particolarmente sensibili gli animali domestici ma anche i bambini.

Anche il contatto diretto con la pelle può provocare dermatiti o irritazioni, e può risultare tossica se inalata. Solitamente la si utilizza per sbiancare, igienizzare e sgrassare.

Ma niente paura, si può tranquillamente sostituire la candeggina con alternative naturali altrettanto efficaci ma più sicure per la salute e sostenibili in termini di impatto ambientale.

ll percarbonato di sodio è un’ottima alternativa alla candeggina per smacchiare e pulire. Questa polvere biodegradabile al 100% si attiva già a 30° e può sbiancare e schiarire i capi ingrigiti ed ingialliti. Inoltre dona luminosità alla biancheria bianca. Va aggiunto al detersivo della lavatrice (1 cucchiaino) direttamente nel cestello oppure va sciolto nell’acqua con il sapone, nel lavaggio a mano.

Si può usare anche l’acqua ossigenata a 130 volumi, ma attenzione, non quella che troviamo comunemente nei negozi, si tratta di una soluzione molto più concentrata, disponibile solo in alcune drogherie specializzate e su internet. Potentissima, sbianca e igienizza senza inquinare.

L’olio di tea tree o olio di melaleuca si utilizza sia in cosmetica (per l’acne, le infezioni e la forfora, e persino per allontanare i pidocchi) che nella pulizia della casa, perché ha in forte potere antibatterico. Mescolate un paio di gocce di questo olio con acqua demineralizzata tiepida in una bottiglietta spray, permetterà di sgrassare e pulire i pavimenti e gli elettrodomestici.

Un grande alleato della pulizia della casa è sicuramente l’aceto che, pur rilasciando un odore spiacevole, possiede un elevato potere disinfettante ed è per questo consigliato per la pulizia dei pavimenti e per il bucato.

Per chi non ama l’odore forte e pungente dell’aceto si può contare sulla gradevole profumazione del limone, le cui proprietà acide lo rendono un altro valido sostituto della candeggina; per utilizzarlo si può preparare una soluzione a base di succo di limone e acqua demineralizzata da spruzzare per le pulizie della casa.

Anche il bicarbonato di sodio si rivela un ingrediente facile da reperire ed estremamente utile tra le alternative naturali alla candeggina soprattutto per il bucato; esso, infatti, possiede proprietà alcaline con elevato potere smacchiante e sgrassante riscontrabili aggiungendo 1/2 tazza di bicarbonato di sodio al detersivo per lavatrice in polvere. Questo ingrediente naturale è adatto anche alla pulizia del forno, per sgrassare le stoviglie e per eliminare gli odori la casa.

 

 

Annunci
Acqua distillata per la casa

Acqua distillata per la casa

Se in casa avete deumidificatore o climatizzatore potete usare l’acqua di recupero, infatti l’acqua di scarico di questi apparecchi è acqua distillata, quella che al supermercato costa parecchio, perciò non buttatela.

Anche se questa acqua non è potabile, può essere utilizzata per diversi scopi, essendo priva di sali minerali e gas:

– per il ferro da stiro a vapore o per il pulitore a vapore;

– per la pulizia dei vetri di casa;

– per le pulizie dei pavimenti, dei bagni, tapparelle ecc;

– può essere usata per creare detersivi fatti in casa, infatti aggiungerla come base per sgrassatori, e pulitori di vario genere è un rimedio non solo ecologico ma anche molto conveniente;

– si può usare in lavatrice, basta fermare la lavatrice prima del carico dell’acqua e versare l’acqua distillata nella vaschetta del detersivo. Essendo acqua senza calcare i capi resteranno più morbidi e i vostri elettrodomestici dureranno decisamente più a lungo.

Detergente portentoso per sanitari e rubinetteria

Detergente portentoso per sanitari e rubinetteria

Questo detergente è davvero ottimo per la pulizia dei sanitari e della rubinetteria, oltre a pulire molto bene, elimina tutti i residui di sapone e di calcare, rende lucida e splendente la ceramica e i rubinetti, deodora ed è anche un efficace disincrostante.

Occorrente:
Uno spruzzino da un litro
700 ml di aceto bianco
dell’alcol rosa (mezzo bicchiere)
del detersivo per piatti a mano (possibilmente ecologico)
olio essenziale tea tree (opzionale)
acqua distillata

Mettete l’aceto nello spruzzino, aggiungete l’alcol, un cucchiaio di detersivo liquido per piatti, e 5/6 gocce di olio essenziale. Poi  finite di riempite lo spruzzino con acqua distillata o, se non l’avete, con acqua del rubinetto e agitate bene il tutto.

Spruzzate i sanitari abbondantemente, sfregate con una spugna umida e poi sciacquate.

Se i sanitari sono pieni di calcare e molto sporchi spruzzate abbondantemente e lasciate agire per un paio di ore prima di passare la spugna.

Per disincrostare il water spruzzate bene in tutta la tazza passate una spugna che gratta e lasciate agire una notte intera prima di passare nuovamente la spugna dopodiché sciacquate. La stessa cosa va fatta intorno ai rubinetti se ci sono incrostazioni difficili da togliere.

Attenzione: usate solo sulla ceramica e non su sanitari in altro materiale.

 

Pasta a base di sapone di Marsiglia e Bicarbonato

Pasta a base di sapone di Marsiglia e Bicarbonato

Ingredienti:
100 gr. sapone di Marsiglia
1 litro acqua di rubinetto o meglio quella di scarto del deumidificatore/climatizzatore
500 gr. bicarbonato di sodio
100 gr. soda Solvay
10 ml detersivo per  piatti
4 ml olio essenziale al limone o cedro

Preparazione:
Grattugiare grossolanamente il sapone e metterlo in una pentola insieme all’acqua. Coprire e lasciare a bagno in acqua fredda per qualche ora, questo aiuterà sapone ad ammorbidirsi.

Poi mettere la pentola sul fuoco, girare con un cucchiaio e portare ad ebollizione. Spegnere appena accenna a bollire, anche se sono rimasti dei pezzetti insoluti. Coprire e lasciare a raffreddare tutta la notte.

La mattina seguente il sapone avrà assunto l’aspetto di una massa solida, romperla a pezzi grossolani ed aggiungere la metà del bicarbonato. Girare con un cucchiaio, a contatto con il bicarbonato la pasta si ammorbidirà. Appena sarà sufficientemente morbida immergerci un frullatore ad immersione e frullare fino ad ottenere una pasta morbida e liscia.

Aggiungere gli oli essenziali, il detersivo per i piatti e girare per distribuirli uniformemente nel composto. Infine aggiungere il bicarbonato rimanente un po’ alla volta, girare con il cucchiaio e terminare con la soda Solvay senza frullare. Versare la pasta in vaschette dotate di coperchio.

Questa pasta può essere usata per:

  • pulire i sanitari
  • lavare le stoviglie
  • per lavare e sgrassare tutte le superfici lavabili
  • pulire il box doccia
  • pretrattare la biancheria prima di metterla in lavatrice
  • in aggiunta al detersivo per la lavatrice (in questo modo potete diminuire la quantità di detersivo).
Pasta abrasiva per pietre naturali

Pasta abrasiva per pietre naturali

Questa pasta serve a lucidare e lavare a fondo le pietre naturali come marmo, granito e graniglia.

Ingredienti:

1 barretta di sapone di marsiglia
acqua distillata
bicarbonato
zucchero bianco
OE tea tree

Preparazione:

Immergete il pezzo di sapone in una ciotola con acqua distillata (dovranno rimanere 3 dita di acqua distillata sopra il sapone), aggiungere 5 gocce di OE di tea tree. Lasciate a riposo finché il sapone non è diventato molto morbido poi amalgamate il tutto con una frusta o un frullatore.

Aggiungete bicarbonato e zucchero (2 parti di zucchero per 1 di bicarbonato), mischiare bene assieme al sapone creando una pasta abrasiva.

Bagnate la superficie poi mettete un po’ di crema abrasiva su una spugna, strofinate molto bene e risciacquate.

L’azione abrasiva dello zucchero insieme al bicarbonato ed al sapone di Marsiglia donerà alla pietra nuova lucentezza,

Come riutilizzare l’acqua di recupero di climatizzatori e deumidificatori

L’acqua di scarico di questi apparecchi è acqua demineralizzata, quella che al supermercato ti fanno pagare un’occhio della testa.

Anche se questa acqua non è potabile, essendo priva di sali minerali e gas disciolti, può essere utilizzata per diversi scopi:

  • per il ferro da stiro a vapore o per il pulitore a vapore
  • per la pulizia dei vetri di casa
  • per le pulizie dei pavimenti, dei bagni, tapparelle ecc
  • per creare detersivi fatti in casa, infatti aggiungerla come base per sgrassatori, e pulitori di vario genere è un rimedio non solo ecologico ma anche molto conveniente;
  • in lavatrice, basta fermare la lavatrice prima del carico dell’acqua e versare l’acqua distillata nella vaschetta del detersivo. Essendo acqua senza calcare i capi resteranno più morbidi.

Utilizzando quest’acqua, oltre a risparmiare in bolletta, manterrete più efficienti i vostri elettrodomestici.